#48

Penna a sfera su foglietto

Prima opera listografica ad affrontare in maniera esplicita tematiche legate alla sessualità di coppia, la lista #48 ha sempre emanato un’aura di scandalo, almeno tra il pubblico più benpensante.
A renderla famosa non è tanto il soggetto in sé, quanto l’abilità dell’autore nel dipanarlo attraverso quelle poche voci che spiccano dalla tela cartacea in maniera oscenamente rozza. Grazie ad esse siamo testimoni di una relazione nella quale l’aspetto sessuale è vissuto ed esplorato senza tabù.
L’eros viene evocato nelle sue molteplici declinazioni, partendo da quello più delicato (“olio di semi di arachidi”, che sottintende licenziosi massaggi da preliminari), per poi passare a quello cupo di impronta sadomaso (“domandare due fruste”), seguito da quello di caratura più grezza (quel “mezzo chilo”, ambiguo ma dall’innegabile fisicità ostentata).
Nell’elenco c’è spazio anche per un omaggio all’erotismo decadente di “Ultimo tango a Parigi”: quel “panetto burro” non ci richiama infatti la visione di un espatriato Marlon Brando mentre compila questa lista con in testa una certa idea?
Bertolucci non è però l’unico regista fonte di ispirazione per l’autore in quest’opera. Possiamo cogliere anche riferimenti ad Antonioni, in particolare alla tematica principale della sua filmografia: l’incomunicabilità, riscontrabile nell’ultima, criptica voce, che vediamo dissolversi inesorabilmente. Una chiara metafora di quel non detto che aleggia e incombe nella coppia.

Lista #48 - Penna a sfera su foglietto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *